Subscribe Us

C.M. Piano Strategico e PUMS: tavolo tematico su “Accessibilità, mobilità e infrastrutture”

Piano Strategico e PUMS: tavolo tematico su “Accessibilità, mobilità e infrastrutture”

Martedì 21 gennaio l’ascolto degli stakeholder per la redazione degli atti di indirizzo strategico 


Nuova tappa di confronto per la definizione del Piano Strategico della Città Metropolitana di Reggio Calabria. Martedì 21 gennaio 2020, dalle ore 10 alle ore 13, presso la Biblioteca “Gilda Trisolini” di Palazzo Corrado Alvaro si terrà il tavolo tematico dedicato ad “’Accessibilità, mobilità e infrastrutture”. 

Si tratta di un ulteriore appuntamento dedicato alla partecipazione degli stakeholder alla discussione su specifici ambiti di interesse al fine di condividere idee e soluzioni da mettere a sistema e da far confluire nell’atto di indirizzo strategico, di cui a breve si doterà la Città Metropolitana; nel caso specifico l’incontro costituisce anche l’avvio della fase di ascolto per la costruzione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), di recente finanziato alla Città Metropolitana.

Il tavolo tematico, infatti, costituisce una preziosa occasione per sostenere la creazione di sinergie progettuali che abbiano significatività e valenza nell’ambito del PUMS, uno degli strumenti di pianificazione e di programmazione di riferimento per il Piano Strategico nel settore della Mobilità. 

I contenuti del PUMS della Città Metropolitana, le cui azioni sono mirate alla efficacia ed efficienza del sistema di mobilità e la sua integrazione con gli assetti e sviluppi urbanistici e territoriali, si riferiscono al miglioramento del trasporto Pubblico Locale (TPL) e dell’accessibilità, al riequilibro modale, alla riduzione della congestione, alla riduzione dell’incidentalità stradale, alla qualità dell’aria e alla sostenibilità socioeconomica. Tengono in considerazione, inoltre, le possibili interazioni con i territori limitrofi che costituiscono parte dell’area integrata dello Stretto.
Anche su “Accessibilità, mobilità e infrastrutture” si rafforza, dunque, il confronto messo in campo dalla Città Metropolitana per definire in maniera condivisa gli interventi in grado di rispondere alle istanze del territorio ed in linea con la visione “comune” di tutti gli attori coinvolti nel processo partecipativo.

Posta un commento

0 Commenti