Subscribe Us

Incidente nella metropolitana di Napoli, scontro tra 3 treni: ci sono feriti


Tre treni della Linea 1 della metropolitana di Napoli si sono scontrati nella strettoia dei Colli Aminei. Feriti lievi, tra questi un macchinista, come spiegato a Fanpage.it da fonti interne all'Azienda Napoletana Mobilità. Interrotta la circolazione prima tra Piscinola e Colli Aminei, poi su tutta la tratta.

Si scontrano tre treni della Linea 1 della metropolitana di Napoli: stop alle corse sull'intera tratta. Lo ha comunicato l'Azienda Napoletana Mobilità, interpellata da Fanpage.it dopo che in mattinata era arrivato l'avviso di una prima interruzione alle corse tra le stazioni di Colli Aminei e Piscinola. 

Inizialmente, non erano chiari i motivi di questa interruzione di servizio, e al momento non è chiaro quando questo tornerà ad essere pienamente operativo. Le stazioni interessate inizialmente erano dunque tre: Piscinola (capolinea), Chiaiano e Frullone, ovvero la zona nord di Napoli, mentre dalla stazione di Colli Aminei e fino a Garibaldi i convogli erano regolarmente in viaggio.

Secondo quanto riportato da fonti interne all'Azienda Napoletana Mobilità contattate da Fanpage.it, sarebbe avvenuto un tamponamento fra tre treni: uno di questi avrebbe colpito gli altri due. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i due treni colpiti erano nella stazione di Piscinola, mentre il terzo, uscendo dal deposito ha colpito la coda di uno e la parte posteriore dell'altro. Ma al momento l'esatta dinamica è ancora tutta da chiarire. 

L'Azienda Napoletana Mobilità ha fatto anche sapere che vi potrebbero essere state "lievi conseguenze per i passeggeri", ma sul posto i testimoni assicurano vi sarebbero già ambulanze per prestare loro soccorso. Non vi sarebbero comunque feriti gravi: tra questi, anche il macchinista di uno dei due convogli che si sono scontrati. 

Non si conoscono i tempi di riapertura della tratta: sul posto anche le forze dell'ordine per coordinare i soccorsi e per le indagini del caso, che dovranno fare chiarezza sulle esatte dinamiche della vicenda e sulle eventuali responsabilità.

Giuseppe Cozzolino

Posta un commento

0 Commenti