Subscribe Us

Tasse, fatture e tecnologia: le novità di gennaio

Un nuovo mese e un nuovo anno, già ricco di cambiamenti nelle regole burocratiche a cui dobbiamo fare attenzione. Ecco un elenco di tutte le novità che entrano in vigore già nei primi 31 giorni del 2020.

Fra le diverse imposte inserite in Manovra per il 2020, quella sulla ‘fortuna‘ è l’unica che vedrà i suoi effetti già da gennaio. Dal 15 del presente mese, infatti, la tassa sulle vincite alle slot sopra i 200 euro salirà dal 12% al 20%. A marzo sarà il turno di quelle oltre i 500 euro.

Gli scontrini

La fatturazione elettronica, già partita in forma sperimentale lo scorso anno, da due giorni è diventata obbligatoria per tutti gli esercizi commerciali. Lo scontrino servirà comunque al cliente come garanzia sull’acquisto, ma non ha più valore fiscale.

Le detrazioni

Per restare in ambito fiscale, è bene tenere a mente che le spese detraibili effettuate nel 2020 dovranno essere tracciabili. Quindi niente pagamenti in contanti per le spese per i figli e per i propri animali, per le donazioni a enti no-profit e per quelle funebri. Restano incluse, come già stabilito, le spese per le ristrutturazioni edilizie, mentre quelle sanitarie sono esentate dalla regola.

Il bollo auto

Cambia anche il metodo di pagamento della tassa sul possesso dei veicoli. Dal primo gennaio 2020, infatti, diventa obbligatorio provvedere al saldo elettronico, attraverso il sistema PagoPa. I gestori del servizio PSP potrebbero decidere di applicare una maggiorazione sul pagamento, quindi occhio ai rincari.

Addio Whastapp

I possessori di Windows Phone e Windows Mobile da ieri non hanno più la possibilità di utilizzare l’applicazione di messaggistica istantanea più popolare. I due sistemi operativi, considerati obsoleti, non supportano infatti più il suo funzionamento. Da febbraio, lo stop si espanderà a moltissimi smartphone iOS e Android.

Posta un commento

0 Commenti