Subscribe Us

Coronavirus, per Massimo Giannini il vero untore è Salvini: «Diffonde il morbo della paura»


Il direttore di Radio Capital è convinto che Matteo Salvini stia strumentalizzando l'emergenza coronavirus per fare propaganda politica

Duro attacco di Massimo Giannini nei confronti di Matteo Salvini sul coronavirus. Durante la puntata di Otto e Mezzo, programma in onda su La7 e condotto da Lilli Gruber, il direttore di Radio Capital ha usato parole forti per descrivere il modo in cui, a suo dire, il leader della Lega stia strumentalizzando un’emergenza globale per fare propaganda politica.

Massimo Giannini: «Salvini diffonde e alimenta la paura degli italiani»

«Il vero problema è che l’untore, autenticamente detto dal punto di vista politico, è Matteo Salvini», ha detto Giannini. «Lui diffonde il morbo, che non è il coronavirus, ma la paura. Ancora una volta, la paura. L’unica arma che Salvini sa usare in tutte le circostanze. 

Chi pensava che l’esperienza del voto in Emilia-Romagna o la notte dei citofoni l’avesse indotto a qualche riflessione o autocritica ora ha la risposta: Salvini conosce soltanto questa cifra, cioè investire sulla paura e alimentare, accrescendole sempre di più, le paure degli italiani. Esprimo qualche perplessità in più sui suoi elettori, perché ho il timore che buona parte dell’elettorato di Matteo Salvini da lui si aspetta esattamente questo. 
Ed è questo che mi preoccupa, da cittadino prima ancora che da giornalista», ha detto Giannini.

Salvini: «Col coronavirus l’Italia ha perso tempo»

Le parole di Giannini sono una risposta a quanto dichiarato da Salvini nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a Milano. In quell’occasione, il leader della Lega aveva attaccato il governo in merito al coronavirus, sostenendo che l’Italia abbia perso tempo: «Come Lega contiamo che il governo verifichi ogni singolo ingresso in Italia via mare, via aereo e via terra, perché con la salute dei cittadini non si scherza. 

E mentre altri paesi europei hanno fatto subito in fretta, in Italia siamo arrivati a giovedì sera alle 22.30 a sospendere i collegamenti aerei. Quindi al di là della polemica, quando c’è di mezzo la salute dell’intera popolazione, contiamo che tutti facciano quello che devono fare», ha detto Salvini.
Federico Pallone

Posta un commento

0 Commenti