Subscribe Us

Coronavirus, aggiornamenti e notizie di oggi dall’Italia e dal mondo


Non tutti possono restare a casa. Chi lavora nei supermercati e nelle imprese deve garantire la produzione e continuare ad andare a lavoro ogni giorno correndo dei rischi che, nei giorni scorsi, sono stati all’origine di scioperi e proteste. Per garantire la sicurezza di questi lavoratori, è nato un nuovo protocollo frutto della trattativa tra governo e sindacati. Ma sono ancora molti i temi da affrontare legati all’emergenza. Intanto, la Spagna segue la linea dell’Italia e adotta nuove dure misure per contenere i contagi.

Il bollettino della Protezione civile
Alle 18 di sabato 14 marzo, stando ai dati della Protezione civile, sono 17.750 le persone attualmente positive al virus (+2.795 rispetto a ieri). I morti sono 1.441 (175 in più nelle ultime 24 ore), i guariti sono 1.966 (527 in più rispetto a ieri). Tra i contagiati, 8.852 sono ospedalizzati, 1518 sono in terapia intensiva e 7680 si stanno curando a casa. Le persone che hanno contratto il virus dall’inizio dell’epidemia sono 21.157.

Tra le persone risultate positive nelle ultime ore, ci sono anche la viceministra dell’Istruzione Anna Ascani e il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. Sta invece meglio l’attrice Giuliana De Sio, che ha fatto sapere di essere stata ricoverata nei giorni scorsi allo Spallanzani di Roma.

Coronavirus in Italia, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri è positivo: “Sono in isolamento a casa”

Intanto, continua l’esodo di persone dal Nord Italia. Il governatore della Puglia Michele Emiliano non ci sta: “Ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare”. Poi avverte: “Prossimi dieci giorni decisivi per capire se teniamo”.

Coronavirus, in Puglia altri 1.500 'rientri da Nord'. Emiliano contro l'esodo: "Basta, ci state portando l'epidemia"

Emiliano non è l’unico alle prese coi comportamenti irresponsabili. Come riferisce il Viminale, in tutto il territorio sono stati denunciati 239 negozianti, 6942 persone per violazione delle misure e altre 276 per false dichiarazioni.

Anche per porre un freno a questo fenomeno, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha deciso di razionalizzare l’offerta relativa ai viaggi in treno: a partire da questa sera, sabato 14 marzo, i notturni verranno sospesi. 

Coronavirus, il Mit sospende i treni notturni

Intesa tra Confindustria e sindacati sulla sicurezza dei lavoratori
Dopo un confronto andato avanti per tutta la notte col governo collegato in video-conferenza, imprese e lavoratori hanno firmato un “protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Coronavirus: punti protocollo, turni, dispositivi e mense - Economia

Al tavolo erano presenti Cgil, Cisl, Uil, Confindustria e Confapi. L’intesa raggiunta permette di tutelare la salute dei lavoratori e la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro per evitare la diffusione dei contagi. Il senatore di Italia Viva Davide Faraone: “Sanificare i luoghi di lavoro, le fabbriche, gli ospedali”. Il premier Giuseppe Conte su Twitter: “L’Italia non si ferma”.

La situazione in Europa
Diversi esperti lo avevano previsto: nel giro di una settima-dieci giorni, il numero dei contagi aumenterà ed equivarrà a quello registrato in Italia. Non siamo ancora a questi livelli, ma ci stiamo andando vicino. La situazione è preoccupante soprattutto in Spagna: nella capitale, ci sarebbe già un problema di posti letto. Per contenere il contagio, il premier Pedro Sanchez ha preso misure molte simili a quelle adottate in Italia e a partire da lunedì limiterà gli spostamenti. Sono poi state chiuse le scuole, alcuni bar e discoteche e istituite quattro zone rosse in Catalogna su decisione delle autorità locali.

Spagna, impennata del virus: 5753 contagi e 135 morti. Sanchez chiude il Paese "come l'Italia"

Il Regno Unito ha scelto un approccio opposto: il governo del premier Boris Johnson non punta infatti a contenere il contagio, ma a raggiungere la cosiddetta immunità di gregge. Lascerà quindi tutto aperto, correndo vari rischi. Uno di questi si è già concretizzato: in un solo giorno, i decessi di persone positive al Covid-19 nel Paese sono duplicati passando da 10 a 21.

Le ultime dal mondo
Partiamo dalla Cina. Ieri si sono registrati solo 11 casi. Secondo quanto riferito dalla Commissione sanitaria nazionale (Nhc), si tratta del livello più basso da gennaio.

Coronavirus: 11 nuovi casi in Cina - Ultima Ora
ansa.it
Contagi in calo anche in Corea del Sud. Venerdì 13 marzo ne sono stati registrati 107, ma il numero segue un trend negativo iniziato da qualche giorno. In diretta sulla televisione nazionale, il premier giapponese Shinzo Abe si è mostrato tranquillo: “Non si è registrata un’esplosione dei contagi come in altri Paesi”. E non ci sono novità sulle Olimpiadi di Tokyo 2020, che rimangono a rischio rinvio.

Oltreoceano, la novità più importante riguarda gli Stati Uniti. Dopo aver a lungo minimizzato il virus e i suoi effetti, il presidente Donald Trump ha deciso di dichiarare lo stato di emergenza e ha fatto sapere di essersi sottoposto al tampone. Il test non è stato una misura precauzionale: nei giorni scorsi il magnate ha preso parte ad un evento dove erano presenti due politici poi risultati positivi e ha incontrato una delegazione brasiliana dove pure sono poi stati registrati alcuni casi. Negli Usa ci sono attualmente più di 2300 persone positive al Covid-19 e sono stati registrati 36 decessi: dati che hanno convinto Apple a chiudere tutti gli store nel territorio.

Tutto il mondo alle prese con il coronavirus
ilpost.it
L’impatto sullo sport
Aumenta la lista dei calciatori di Serie A risultati positivi al test. Il primo è stato il difensore della Juventus Daniele Rugani. Poi sono stati contagiati sei giocatori della Sampdoria. Tre casi tra le file della Fiorentina: si tratta di Dusan Vlahovic, Patrick Cutrone e del capitano della squadra Vila Germán Pezzella.

Coronavirus in Italia: le news di oggi sul contagio e ricadute sullo sport
sport.sky.it
Intanto, sono state annullate le amichevoli della Nazionale di Roberto Mancini, che il 27 e 31 marzo avrebbe dovuto incontrare prima l’Inghilterra e poi la Germania.

Calcio, annullate le amichevoli dell’Italia contro l’Inghilterra e la Germania
oasport.it
Dopo il rinvio delle prime tappe del Giro d’Italia in programma in Ungheria, è stata cancellato a causa del coronavirus pure il Giro delle Fiandre, la storica corsa a tappe, disputata anche durante la seconda guerra mondiale.

Ciclismo: annullato anche il Giro delle Fiandre, la classica dei muri in pavè

Posta un commento

0 Commenti