Subscribe Us

Coronavirus, aumentano i controlli sul territorio metropolitano. Il Sindaco Falcomatà ringrazia le forze dell'ordine

Città Metropolitana di Reggio Calabria


Coronavirus, aumentano i controlli sul territorio metropolitano. Il Sindaco Falcomatà ringrazia le forze dell'ordine per il lavoro attento e scrupoloso in strada e nelle stazioni ferroviarie


Il Sindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà ribadisce a tutta la cittadinanza l'assoluta e perentoria necessità di attenersi in maniera scrupolosa alle indicazioni contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri circa gli spostamenti dei cittadini sul territorio comunale. 


Al fine di rendere più efficaci le misure anti-contagio introdotte dal Governo, negli ultimi giorni sono stati intensificati i controlli con il supporto degli agenti di Polizia Metropolitana e Polizia Locale, sia sul territorio metropolitano che su quello del Comune capoluogo, con posti di controllo finalizzati a verificare la circolazione sulle strade e nei luoghi di transito. 


Il sindaco Falcomatà ha ringraziato inoltre la Prefettura di Reggio Calabria e gli uomini delle Forze dell'Ordine, impegnati nelle operazioni di controllo, complessivamente ad oggi quasi 2700 con circa 120 contravvenzioni, su tutto il territorio metropolitano ed in particolare negli snodi delle stazioni ferroviarie e nei pressi degli svincoli autostradali. 


"Nella serata di ieri - ha aggiunto il primo Cittadino - si erano diffuse alcune notizie fuorvianti in merito a dei presunti treni carichi di persone partite da Milano verso la nostra Città. Notizia assolutamente infondata visto che non si sono registrati aumenti significativi di passeggeri sui treni a lunga percorrenza e che dai treni provenienti dal nord, nella giornata odierna, sono scesi pochissimi passeggeri, poche unità a Reggio e circa venti a Villa San Giovanni, tutti adeguatamente controllati dalle forze dell'ordine, vigili e presenti in stazione, con la raccomandazione della quarantena volontaria cosi come disposto dalle direttive vigenti in Calabria".

Posta un commento

0 Commenti