Subscribe Us

Coronavirus: “Italiani dovete restare a casa, chiaro?” Parla la scienziata

“Dovete stare a casa! Non assembrati in giro. Dovete diminuire le possibilità di contagio! Non ci sono abbastanza respiratori!!!” E’ il pressante appello su Facebook della dottoressa Barbara Balanzoni, medico anestesista rianimatore.

Balanzoni invita gli italiani a restare in casa per diminuire le possibilità di contagio del Covid-19 e con un video spiega il perché: “Videocazziatone per tutti: dovete restare a casa. Le scuole sono chiuse fino al 15 marzo. Fatevi una domanda. Italiano medio, fatti una domanda: se le scuole stanno chiuse fino al 15 di marzo, secondo te A è Pasqua, e non lo è, te lo dico, B c’è un pericolo di contagio. B, B, accendete la B. Io voglio sapere cosa ci fa tutta questa gente in giro. 

C’è troppa gente in giro. Ve lo dico in maniera chiara: non ci sono i posti nelle rianimazioni, non ci sono abbastanza respiratori, noi anestesisti non ci siamo. Vuol dire che i posti in rianimazione sono un numero, i pazienti che ne avranno bisogno sono e saranno di più. L’unica cosa che si può fare quando non ci saranno più respiratori, è bloccare le sale operatorie, vuol dire che chi deve essere operato, non può essere operato. 

I respiratori e il personale medico, non sono sufficienti a garantire il numero di letti nelle rianimazioni. Se continuate a stare assemblati nei bar, nelle discoteche e se continuate a fare la vostra vita come sempre, aumenterete il numero dei contagi. Se continuate così, il numero dei polmoniti che ha bisogno di rianimazione aumenta e noi non sappiamo dove metterli. E’ chiaro? La situazione è difficile”.

Barbara Balanzoni è medico chirurgo, specialista in anestesia e rianimazione a indirizzo iperbarico. E’ inoltre dottoressa magistrale in giurisprudenza, ufficiale medico (Ris. Sel.) Esercito Italiano e medico dello staff di Medici Senza Frontiere. E’ iscritta all’albo dei medici di Venezia.

Posta un commento

0 Commenti