Subscribe Us

Coronavirus, ora i controlli si fanno più severi: rischio di sequestro dell’auto

A renderlo noto è la Procura della Repubblica di Parma. Tra le 500 e le 600 persone controllate al giorno con decine di denunce eseguite.

Si inaspriscono i controlli per il rispetto del decreto del Governo per il contrasto alla diffusione del Covid-19. La Procura della Repubblica di Parma rende noto che, in assenza di un motivo valido autocertificato, le forze dell’ordine potranno eseguire un sequestro del mezzo in caso di circolazione fuori dal proprio comune di residenza.
Nel corso della settimana scorsa si sono eseguiti dai 500 ai 600 controlli sulle strade al giorno e almeno altrettanti controlli sono stati effettuati sugli esrcizi commerciali. 

Le verifiche hanno portato a diverse decine di denuncie, circa 30 di media al giorno con dei picchi di 58, 41 e 40 nel week-end e venerdì.
Nel caso in cui una persona venga fermata e non presenti l’autocertificazione l’illecito penale è la violazione dell’articolo 650 del Codice Penale, ovvero il mancato rispetto di un provvedimento dell’Autorità. Nel caso in cui la persona fermata compili un’autocertificazione con dichiarazioni false rischia, in più, anche una denuncia per falsità ideologica, ovvero l’articolo 483 del Codice Penale.

Posta un commento

0 Commenti