Subscribe Us

FASE 2. Proposte Cnal per la ripartenza economica e sociale della Calabria

REGGIO CALABRIA. La Cnal regionale ha scritto nei giorni scorsi alla Presidente Santelli e all’assessore Orsomarso suggerendo alcune misure utili alla ripartenza dell’economia regionale, fortemente provata dal lock down imposto dall’emergenza Covid-19.

Tenendo conto che già il 2020 si era aperto con una contrazione decisa dei numero di occupati nella nostra regione (rispetto allo stesso periodo del 2019, risulta chiaro come, in assenza di interventi precisi e puntuali, il rischio è quello di un grave aumento della disoccupazione con tutte le conseguenze economiche e sociali che comporterebbe: un lusso che la nostra terra non può permettersi.

Al di là delle misure prese dal governo nazionale, sulla cui efficacia abbiamo espresso numerose perplessità, anche la Regione Calabria deve fare la sua parte per salvaguardare l’occupazione reale e non nascondersi dietro agli ammortizzatori sociali, peraltro non ancora erogati ai lavoratori. 

Bisogna salvaguardare tutti i posti di lavoro; questo significa aiutare le imprese non solo con misure una tantum ma anche con misure strutturali e durature, sostanzialmente per non farle chiudere o ridimensionare in quanto ciò porterebbe pregiudizio all’occupazione, per noi valore imprescindibile. 

Per la parte più strettamente finanziaria abbiamo proposto:

  • Abolizione dell’Irap per l’anno 2020 e contributo pari al 30% dei fitti per le attività commerciali, artigianali e professionali fino a marzo 2021;
  • Contributo per l’incremento delle pensioni sociali esteso anche alle pensioni di invalidità (attualmente pari ad 286,81 euro);
  • Bonus stagionale per i lavoratori delle attività turistiche e degli stabilimenti balneari che, a seguito delle restrizioni per la prevenzione del coronavirus, hanno già perso il lavoro o lo perderanno. 
  • Introduzione di un bonus una tantum per le aziende finalizzato a sostenere le spese per l’adeguamento delle proprie strutture e organizzazioni del lavoro ai fini della sicurezza dei lavoratori per la prevenzione del contagio da coronavirus; 
  • Sospensione della tassa automobilistica sui mezzi di trasporto aziendali fino al 30 aprile 2021.

Confidiamo nella sensibilità della Presidente Santelli a chè le misure che saranno intraprese siano si di supporto per l’emergenza attuale ma consentano anche di immaginare un futuro per la Calabria migliore del passato recente.

Posta un commento

0 Commenti