Subscribe Us

Milano, aggredita dal marito e salvata dalla prof in videolezione col figlio


E’ accaduto in zona Navigli, l’uomo è stato arrestato dai carabinieri

MONICA SERRA 

MILANO. Un’aggressione, l’ennesima, bloccata grazie all’intervento dell'insegnante del figlio. Nel corso della videolezione la professoressa, infatti, ha sentito urla e strani rumori e ha capito subito che in quella casa stava succedendo qualcosa di grave. Ha lanciato l’allarme e nell’appartamento si sono presentati i carabinieri del Nucleo Radiomobile. Dopo aver raccolto la testimonianza della madre del bambino, un donna di origine marocchina di 40 anni, hanno arrestato il marito, 48 anni, disoccupato di origine egiziana, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. 

I fatti risalgono alle 2 e mezza del pomeriggio di ieri, 27 aprile. Grazie alla chiamata dell’insegnante, i carabinieri sono arrivati a casa del ragazzino, in via Pichi, zona Navigli. La vittima era in lacrime. Ha raccontato di essere stata presa a schiaffi dal marito. Non era la prima volta che succedeva. La donna ha ripercorso gli episodi simili, precedenti anche alle misure del governo legate all’emergenza coronavirus. 

Tanto che il 4 febbraio, stanca ed esasperata, aveva anche presentato una denuncia per fermare le violenze del marito. Il 48enne è stato quindi arrestato per maltrattamenti in famiglia e accompagnato al carcere di San Vittore.
La Stampa

Posta un commento

0 Commenti