Subscribe Us

Calabria, SICLARI (FI): CASO EASYJET? HO CHIESTO AL GOVERNO DI COSTITUIRSI PARTE CIVILE


“Leggo commenti sui social di persone  giustamente offese ed indignate da quanto pubblica Easyjet, ma domandoci: i mezzi di informazione della Calabria, aiutano a costruirci un’immagine migliore? Il nostro Stato ha qualche pregiudizio verso la Calabria ed i reggini in particolare modo? “.

A porsi queste domande prendendo una posizione forte sulla presentazione che Easyjet ha fatto della Calabria accostandola solo a terremoti e mafia è il senatore forzista Marco SICLARI che è intervenuto più volte in Senato per difendere l’onorabilità e la dignità dei calabresi. Per il senatore “ la Calabria è sempre stata e rimane una terra meravigliosa e i calabresi sono persone splendide e per bene e meritano attenzione e rispetto anche a livello istituzionale. Forse dobbiamo iniziare ad approfondire il tema in modo serio e istituzionale. Ho presentato, in ogni caso, un’interrogazione parlamentare per chiedere al Governo di costituirsi parte civile contro Easyjet e chiedere il risarcimento economico per aver danneggiato l’immagine di una sua regione e dei suoi abitanti. Sono certo che la Regione Calabria agirà in questo senso”, ha concluso il senatore azzurro.

Gaffe EasyJet, Dieni: «Scivolone inqualificabile»

«La descrizione che la compagnia EasyJet ha fatto della Calabria sul suo sito ufficiale rappresenta un inqualificabile e offensivo scivolone. La sezione “Ispirami”, nella quale ha trovato posto l'offensiva scheda dedicata alla regione, può avere il solo effetto di allontanare i turisti da una della mete più suggestive e uniche al mondo».

Ad affermarlo è la portavoce alla Camera del Movimento 5 stelle Federica Dieni.

«La gaffe commessa da chi cura la comunicazione della compagnia low cost – aggiunge – è, peraltro, incomprensibile. Dire che “questa regione soffre di un'evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti” è vagamente razzista e rappresenta un pessimo esempio di marketing, che danneggia la Calabria ma anche la stessa EasyJet. Quanto alla “mancanza di città iconiche come Roma o Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram”, è solo il caso di notare che a nessuno verrebbe in mente di far notare l'assenza di queste due perle della civiltà parlando della Baviera o della Catalogna, dal momento che si tratta di città uniche al mondo. La Calabria, in compenso, a differenza di tante altre regioni, non solo italiane, può vantare un numero considerevole di altre meraviglie naturali, storiche e architettoniche in grado di soddisfare anche i turisti più esigenti».

«Nello stigmatizzare ancora una volta la gaffe di EasyJet – conclude Dieni –, è perciò doveroso sfruttare anche questa goffa e involontaria propaganda negativa trasformandola in una sorta di pubblicità progresso. Ai turisti diciamo: venite in Calabria, e poi recensitela. Magari EasyJet potrà ispirarsi davvero e trovare, finalmente, le parole per descrivere una regione straordinaria».

Posta un commento

0 Commenti