Subscribe Us

Comunali Reggio: Falcomatà ha la vittoria in tasca

La scelta di Salvini per far vincere Falcomatà


Roma 22 luglio 2020, si riunisce l’autorevole tavolo del cdx composto dai leaders  nazionali e locali di Forza Italia, Fratelli d’Italia , Lega, UDC allo scopo di decidere il candidato Sindaco di Reggio Calabria.

Inusuale la modalità, inconcepibile il ritardo stante la data elettorale fissata per il 20 settembre p.v. ma tutto ciò sarebbe il male minore allorquando si ha notizia che il leader della Lega (delegato dai partners a scegliere il Candidato per la coalizione) presenta al tavolo  4 “piccoli “ nominativi: dr Franco Sarica medico noto per essere stato Assessore ai Lavori Pubblici nella Giunta Scopelliti ( ex Sindaco e Presidente della Regione Calabria ancora agli arresti). Sarica arriva al tavolo per quale encomiabile azione e/ o opera politica realizzata da lui, ve lo diciamo noi: un bel NIENTE! Anche perché se avesse fatto qualcosa durante quella legislatura, sarebbe in carcere. Andiamo al secondo nome: Paolo Zagami, avvocato che fino a qualche mese fa sosteneva Angela Marcianò come sindaco , la quale all’improvviso si è ricordata di avere una condanna di 13 mesi per reato commesso durante il suo mandato di Assessore ai lavori Pubblici nella Giunta  Falcomatà, ed ha pensato bene di ritirarsi. Torniamo a Zagami che avrebbe potuto dare alla città se non esperienza su qualche pratica legale , da patronato. Il terzo candidato proposta dalla Consigliera della Lega Minasi (altra fedelissima di Scopelliti) che avrebbe potuto proporre di meglio e magari sarebbe risultata vincente al cospetto dei bigs, ma ha proposto Lombardo e che cosa ha da spartire con la città?

 Ultimo del poker : Antonino Minicuci, proposto   da uno sparuto gruppo di ascari e sollecitato a Salvini, il quale diciamo la verità, a costo di togliersi la patata bollente sceglie Minicuci perché è anziano, è stato segretario generale della Provincia di Reggio Calabria e segretario a Genova.  Ma come è conosciuto dalla città’ ? Semplice un suo parente Vacalebre unito ad un frustrato iscritto alla Lega tal Frenk Polimeno,  scrivono ripetutamente che il Minicuci è l’autorevole scelto da Salvini. Ma che significa questa figura a Reggio Calabria essendo egli di Melito P.S.  ed ancora in Liguria?

E’ chiar,o Salvini ed Invernizzi  ancorchè in possesso di molti altri curriculum di professionisti, politici, ex istituzioni e non tutti inutili o collusi o privi di capacità, decidono per un soggetto che non sia reggino. Perché? Perché sono leghisti ed odiano il Sud e fingono la sopportazione, dall’alto della loro strategia vincente ad ogni elezione.

Ma nella città dello Stretto hanno proprio preso un abbaglio poiché i reggini  sfiduciati, sfruttati, presi in giro, restituiranno ai due esemplari  nordisti, ed a stretto giro, questa cortesia politica : li faranno perdere!

E si cari reggini, in queste ultime ore ci sono notizie di trasferimenti verso il gruppo Falcomatà e c’è chi andrà portandogli addirittura liste elettorali.  E Falcomatà, contestato, rimproverato (motivatamente diciamo) vincerà le elezioni riportando almeno il 56% dei suffragi. Possibile?

 Ne avrete nelle prossime ore notizie ufficiali!


DEBORA DAMIANI

Responsabile osservatorio politico nazionale


Posta un commento

0 Commenti