Subscribe Us

LUIGI BONAVENTURA, COLLABORATORE DI GIUSTIZIAFACCIA A FACCIA CON L'ARCIERE ORE 10 DEL 9 LUGLIO 2020 DIRETTA SU FACEBOOK E SU YOUTUBE


"LA NDRANGHETA HA VINTO IO SMETTO DI COLLABORARE CON LA GIUSTIZIA " !        
                    
Dopo oltre 13 anni di collaborazione con 14 procure e aver contributo in molti Blizt in varie regioni d'Italia, lo Stato mi ha portato a dire basta, io smetto di collaborare .

Dott. Vito Crimi e Nicola Morra domando : i miei figli hanno diritto di continuare con tranquillità gli studi e di vivere in vera protezione ? Hanno il diritto alla vita e alla sicurezza ? Siamo abbandonati al nostro destino abbiamo bisogno di un cambio di generalità definitivo ,abbiamo bisogno di vera protezione ,assistenza ,tutela e un vero inserimento sociale. 

SIAMO ABBANDONATI ! Dottor Vito Crimi ha l'istanza fatta da mia moglie sulla sua scrivania da Gennaio ,quando ci audirà in commissione centrale ex art.10 ? Quando ammazzeranno qualcuno di noi ? Come mai di recente ha ricevuto ex testimoni di giustizia e altri senza nemmeno questo status e alla mia famiglia non la convoca ? Eppure lo Stato a loro, ha dato tutto quello che era pattuito ,mentre a noi solo abbandono, disperazione ,paure angosce ,umiliazioni ,diritti calpestati e tanto altro.Dobbiamo andare anche noi a Striscia la Notizia? Funziona così?

 Dove è il partito dell'antimafia ?Mia moglie era un imprenditrice è sempre stata un onesta cittadina e cosi i suoi genitori e i suoi fratelli che vivono con noi lo stesso orrore .Forse ha sbagliato ad essere esempio di legalità portandomi a collaborare con la giustizia e accompagnandomi per 13 anni in questo inferno di programma di protezione ? 

Ad Ottobre siamo stati auditi al comitato x della commissione antimafia coordinata dall'On.Piera Aiello ,ha parlato mia moglie e anche io ,sanno abbastanza di noi ,ma non si è mosso niente. L'On. non si è più nemmeno degnata di fare una telefonata a mia moglie ,le sue lacrime il suo pianto non l'hanno nemmeno scalfita,il pianto di una mamma disperazione che lotta con tutta se stessa per proteggere i suoi figli .

Abbiamo visto Onorevole Aiello  che con ex testimoni o imprenditori denuncianti ci va a braccetto,come mai fa queste disparità ,queste disuguaglianze ? Forse perchè mia moglie e moglie di un collaboratore di giustizia ? Forse perchè è moglie di un ex mafioso ?  Forse lei ha dimenticato da dove proviene Onorevole  ?Mia moglie mi ha portato a collaborare da vivo e questo vale più di una denuncia,vale quanto il contributo di un testimone di giustizia.

Non ha aspettato che gli ammazzassero il suocero e il marito mafioso come ha fatto l' On.Piera Aiello. Dottor Nicola Morra le ho scritto più volte ,quando si occuperà del mio caso in prima persona,quando mi avranno ammazzato ? Dottor Nicola Gratteri si occupi del caso della mia famiglia, in 13 anni ho dato l'anima alla sua Procura e a tante altre in ogni angolo d'Italia .

Che massaggio passa in Calabria? Che chi collabora è spacciato e  viene abbandonato ? Caro Stato ,cara lotta alla mafia la mia famiglia dovrebbe essere il fiore all'occhiello  della vittoria dello  Stato contro le mafie ,  il fiore all' occhiello della Calabria, della vera lotta alla ndrangheta ,alle mafie .Un esempio che lo Stato è forte, civile e che vince sulle mafie. Dovreste metterci in condizioni di vantare lo Stato ,il programma di protezione, questo è il messaggio che dovrebbe passare . Cara antimafia sociale dove siete? Non  sentite i pianti dei miei famigliari ? Questo è fare antimafia ? 

Cosa direbbero Falcone ,Borsellino,Dalla Chiesa e tanti altri ? Bisogna essere ammazzati per essere credibili, per essere protetti ! Premettendo che sono per i diritti dei detenuti ,vi dico che vi siete occupati a liberare i 41 bis, i mafiosi non collaboranti per salvaguardare i loro diritti  e invece niente per chi ha collaborato con la giustizia .Uno Stato civile si misura da come tratta i famigliari dei Collaboratori di Giustizia .Caro Stato , caro Presidente Mattarella,caro Primo Ministro Giuseppe Conte ,cara Ministro dell' Interni Lamorgese ,cara società civile ,cara antimafia sociale e giuridica ,SONO STANCO O  PROTEGGETE E TUTELATE VERAMENTE I MIEI FIGLI, I MIEI FAMIGLIARI o smetto di collaborare con la giustizia..Con tanta vergogna e dignità violata .

Luigi Bonaventura Collaboratore Di Giustizia.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10216408504665342&id=1237628419

Posta un commento

0 Commenti