Subscribe Us

Reggio Calabria, può cambiare

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO.

Stimo il giovane sindaco Giuseppe Falcomata, però ciò non mi esime dal dire che la città di Reggio Calabriamai aveva raggiunto limiti di degrado talmente basso.

Ieri sul viale Pio XI sono sceso col baygon a spruzzare nell'angolo dei contenitori rifiuti pieni di mosche, puzza etc..

Non basta scrivere la letterina, enfatizzare nomi ..la città ha bisogno di servizi adeguati, politica seria ed onesta, non a favore degli amici personali, la moglie, il cugino etc 

In questi anni..che dire della politica..reset, poi andare a raccogliere voti casa per casa, sa di pressione verso l'elettore, di d'ignoranza epoco rispetto delle libertà individuali.

I medici che si candidano o i figli/e che poi vogliono sapere in quale sezione votano i loro assistiti..non vado oltre, ma dico di votare Falcomatà se facendo mente locale si giudicano positivi 6 anni di amministrazione..

Tentare una svolta decisiva con Nino Minicuci per sperimentare un cambiamento che dagli anni settanta della rivolta obbiettivamente non c'è stata.

Reggio Calabria ha ancora bisogno di alzare la testa e di fare decollare la new istituzione metropolitana del buio assoluto della gestione del delegato Riccardo Mauro. Veramente un fallimento senza il conferimento deleghe da parte della regione Calabria, ma che addirittura in sintonia con qualche sindacato ha accettato a fine legislatura da Oliverio la delega rifiuti solidi urbani  con il risultato che è sotto gli occhi di tutti..

Un cittadino di Reggio Calabria  ... deluso, ma speranzoso in un futuro migliore.

Posta un commento

0 Commenti