Subscribe Us

STRADE SICURE. Domani a Locri la presentazione delle giornate di donazione Avis - Esercito

LOCRI. Anche quest'anno, l’Esercito Italiano e l’Avis regionale, hanno organizzato delle giornate di donazione sangue sul territorio calabrese.

Iniziativa ricca di solidarietà e vicinanza verso tutta la regione in un particolare periodo dell’anno in cui si riscontra un calo delle donazioni.

L’evento reso possibile grazie all’intesa sancita tra Avis Calabria ed Esercito ha avuto lo scopo, appunto, di avvicinare la cittadinanza all’Esercito e all’Avis: due realtà che indistintamente si prodigano per il prossimo.

Avis regionale, che è presente in Calabria con 155 sedi dislocate capillarmente sull’intero territorio regionale, ha promosso nei giorni scorsi una campagna d’informazione per i donatori affinché si rafforzi sempre lo spirito di solidarietà verso il prossimo, questo è stato possibile anche grazie alla sensibilità del colonnello Salvatore Russo comandante del Raggruppamento Calabria e del tenente colonnello Angelo Rotunno comandante Gruppo Tattico, su base 24° reggimento artiglieria terrestre “Peloritani” della Brigata Aosta di Messina, supportati dal personale del 1° reggimento bersaglieri di Cosenza della Brigata Garibaldi, mettendo in campo iniziative su tutte le province calabresi per promuovere la donazione di sangue non solo per i militari ma per l’intera collettività calabrese. 

A conclusione del ricco programma di donazioni, il prossimo 5 agosto alle ore 10:30, presso la sede dell’Avis comunale di Locri, il presidente Avis regionale Calabria Rocco Chiriano e la presidente della comunale locrese Marina Leone, incontreranno gli organi di stampa per illustrare le varie iniziative di sensibilizzazione per diffondere e promuovere la cultura della donazione, coinvolgendo le scuole del territorio, le Istituzioni, gli Enti e le Forze dell’Ordine.

In tale contesto, i volontari avisini, ringrazieranno il personale militare del Raggruppamento Calabria impiegato per l’esigenza Strade Sicure, che ha donato con una grande partecipazione, evidenziando il connubio esistente tra il servizio prestato e il concetto di solidarietà.       

Posta un commento

0 Commenti