Subscribe Us

“Dite ai miei figli che li amo”: le parole di una delle donne uccise nell’attentato di Nizza

"Dite ai miei figli che li amo": sono state queste le ultime parole pronunciate prima di morire della donna trovata in fin di vita in un bar accanto alla cattedrale di Nizza dove si era rifugiata dopo essere stata colpita alla gola dal killer, che ha ucciso anche altre due persone. Lo hanno riferito testimoni a BFM-TV.
A cura di Davide Falcioni 

"Dite ai miei figli che li amo": sono state queste le ultime parole pronunciate prima di morire della donna trovata in fin di vita in un bar dove si era rifugiata dopo essere stata colpita alla gola dal killer della chiesa di Notre-Dame a Nizza. Lo hanno riferito testimoni a BFM-TV. La donna, secondo quanto si apprende, è stata colpita gravemente alla gola dall'aggressore, che non è riuscito a decapitarla. I corpi delle altre due vittime  dell'attacco – il custode del luogo di culto e un'altra donna – sono stati trovati all'interno della cattedrale. L'attentato è stato commesso questa mattina intorno alle 9 da un uomo che è stato ferito dalla polizia, immediatamente intervenuta, e subito trasportato in ospedale. Prima dell'arresto avrebbe ripetutamente urlato Allahu akbar. Sono in corso indagini per accertare se abbia avuto un complice. Il centro di Nizza è stato chiuso e in città l'allarme è ai massimi livelli.

Terrorismo, in Francia allerta massima
Da ormai svariate settimane in Francia il livello di allarma è ai massimi livelli dopo l'attentato del mese scorso vicino alla vecchia sede di Charlie Hebdo e l'omicidio di Samuel Paty, professore di storia e geografia decapitato a Conflans-Sainte-Honorine. All'inizio della settimana, il capo della polizia ha invitato a prestare la massima attenzione, indicando in un telegramma indirizzato alle direzioni e ai servizi centrali che "la Francia è oggetto di una forte e costante minaccia terroristica". 

Tale minaccia è stata confermata due giorni fa in un comunicato dell'agenzia saudita Thabat, che ha denunciato la pubblicazione delle vignette del Profeta Maometto. Il Presidente della Repubblica ha ricordato che tali vignette continueranno ad essere distribuite in nome della libertà di espressione.
Fanpage

Posta un commento

0 Commenti